L&L Luce&Light @Light+Building 2020_ Uno storytime interattivo

Luce, scienza e tecnologia in uno stand tutto da vivere: la partecipazione di L&L Luce&Light a Light+Building 2020 sarà caratterizzata da effetti luminosi e scenici che offriranno ai visitatori uno spettacolo interattivo che affronterà tematiche a carattere scientifico, ma con un appeal poetico ed emotivo.

Suddiviso in piano terra e primo piano, lo stand si presenterà come uno spazio espositivo e multimediale, una macro teca espositiva, tra aree di incontro e spazi di prova dei prodotti novità, quest’ultimi situati al piano terra. Frutto di un processo concettuale ideato da traverso-vighy architetti, la struttura della teca, completamente di colore bianco, si distinguerà sia per la forma sia per la funzione: un esoscheletro a maglia triangolare, inglobato in un tessuto “pelle d’uovo” a finitura traslucida, che verrà attivato da un sistema multimediale in grado di controllare 573 corpi illuminanti integrati, ovvero i profili lineari per esterni Neva 7, Rio 1 e l’apparecchio a incasso Litus 2.4, tutti in versione RGBW.

Neva 7, profilo lineare per l’illuminazione architetturale, è tra i best seller di L&L. Caratterizzano la famiglia Neva il design minimale, le ottiche arretrate per un alto confort visivo e l’applicazione a incasso con cassaforma o su superficie tramite apposite staffe regolabili con scala graduata; Litus 2.4 fa parte della famiglia di incassi carrabili per esterno di alta gamma di L&L Litus, caratterizzata dal frontale in vetro e l’installazione a filo pavimento, contribuiscono a renderlo un apparecchio “a scomparsa” perfetto per la progettazione di luce architetturale; Rio è il profilo lineare carrabile a luce diffusa a incasso per esterni che assicura continuità luminosa tra apparecchi affiancati.

La luce dei tre prodotti, accordandosi con suoni e parole e con la possibilità di essere controllati singolarmente, daranno vita ad un’esperienza sensoriale, uno storytime chiamato gnaB giB (Big Bang al contrario) di 6 minuti e 32 secondi che tutti i visitatori, previa prenotazione tramite portale dedicato, potranno vivere mediante l’utilizzo di radioguide date in dotazione. L’origine della materia e la radiazione visibile saranno gli argomenti del racconto trasmesso in cuffia, e i testi, ideati dall’attore e drammaturgo italiano Carlo Presotto, risponderanno con intento ironico ed emozionale alla domanda “Di che colore è l’universo?” passando dai primi attimi in cui tutto è pura energia, seguendo il progressivo espandersi e raffreddarsi del cosmo, fino alla notte nella quale brillano stelle, nebulose e galassie per poi ritornare sulla terra, dove l’essere umano regola esistenza ed emozioni secondo il colore e l’intensità della luce in cui è immerso e si interroga sul modo di rendere sempre più accogliente il proprio mondo. Il racconto sarà accompagnato da suoni creati appositamente dal sound designer Andrea Cera. A fine tour, per celebrare la conclusione dell’esperienza, sarà offerto un drink creato per l’occasione.

A Light+Building 2020 L&L Luce&Light proporrà, con un’architettura tessile, un’effimera media facade in grado di coinvolgere la mente del visitatore attraverso un racconto immaginifico fatto di narrazione, luce e suono; un’esperienza emozionale che attiva i sensi e i pensieri, da vivere fino in fondo.

Scarica il comunicato stampa